Foto w09

Valter e Barbara Gazzotti, lui commercialista di origine calabrese, lei assistente sociale di origine siciliana, si innamorano dell’Etna. Nel 2009 decidono di rimettere a nuovo un vigneto di un ettaro in contrada Calderara e chiamano questa avventura Ampelon. Inizialmente la resa era molto bassa, con una produzione di 14 quintali per ettaro, e il primo anno solo 1200 bottiglie prodotte. Negli anni successivi decidono di espandersi acquistando altri tre ettari di vigneti a Randazzo, tra contrada Calderara e contrada Taccione e un ettaro e mezzo a Passopisciaro. Un passo che ha consentito loro di incrementare la produzione, ma non la selezione. Vi è infatti una ricerca continua della qualità. Il 95% delle produzione è costituita da Nerello Mascalese, seguita da Nerello Cappuccio e da una piccolissima parte di Carricante e Catarratto. La cantina si è voluta dare un’impronta rossista producendo solo ”Le Caldere”, Etna Rosso Doc, di cui straordinaria è l’annata 2010.

Dalla annata 2011 l’azienda produce, dai vigneti di Contrada Passopisciaro [Castiglione di Sicilia], un nuovo Etna Rosso Doc con Etichetta ”Passo Alle Sciare” che entrerà in commercio nel 2013.

Lo spirito di questa cantina è quindi rivolto ad un lavoro certosino sia in vigna, sia sul vino che li vede costantemente e personalmente impegnati. Attualmente la produzione è di solo 120 ettolitri, per un totale di 16000 bottiglie che fanno un affinamento in barrique di rovere francese per circa 12 mesi.

Valter e sua moglie Barbara preferiscono produrre poche bottiglie e vogliono che siano eccellenti poiché sono loro i primi ”consumatori”. Riguardo ad altri progetti con una vena di romanticismo dicono: ”Ci stiamo adoperando per trasferirci in Sicilia. Siamo talmente innamorati dell’Etna, da conoscerne tutte le contrade. Adesso stiamo solo verificando la possibilità di trovare un posto con la giusta altitudine per fare un grande Etna bianco, da aggiungere alle nostre referenze. Ma ci piace procedere per gradi, anche se abbiamo un potenziale produttivo di circa 35 mila bottiglie”.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookie vai alla sezione Cookie Policy.